sabato 20 dicembre 2014

Breve guida su come scoprire se il vostro uomo è un merdoso

Nessun commento:
 


Di solito cerco di non schierami ma ogni tanto la mia femminilità non si accontenta di una giornata dal parrucchiere o di un pomeriggio di shopping, si impone e mi ritrovo, controvoglia, a difenderci.  

Dobbiamo essere difese, dobbiamo guardarci allo specchio e vederci per quello che siamo, oltre l’emancipazione, oltre il successo, oltre le lezioni di Carrie Bradshow noi siamo niente più che qualcuno che cede alle lusinghe di un tempo in cui dovevamo solo essere salvate. Ed è per questo che finiamo per accontentarci di uomini, nella migliore delle ipotesi, mediocri nella peggiore, stronzi. 

Ma come sfuggire a questi caterpillar dei sentimenti ? come scoprire per tempo chi ha solo l’apparenza di una gentilezza che in realtà non conosce ? più banalmente come possiamo riconoscere un merdoso ? Ecco alcune prototipi da cui spero di salvarvi (ci)


Merdoso1: Il prestigiatore. Se l’uomo che frequentate tira fuori dal cilindro nelle feste comandate, nel week end e magari pure in qualche martedì fiacco la fidanzata con cui era (è) in crisi (presunta) lasciate perdere, correte lontano da Houdini dei poveri. Non fatevi fregare, non c’è dispiacere per quella povera ex abbandonata e ferita, anzi: la serata di chiarimento che voi immaginate trascorsa tra lacrime e accolli melodrammatici è più probabilmente la solita cena del venerdì sera che finisce come tutti i venerdì sera, sì anche come quelli che passa con voi. Il fine settimana a Firenze per l’annuale convention aziendale è il solito week end romantico, sì, è per questo che non vi risponde al telefono e non apre whatsapp da pasqua dell’anno scorso. No, non è lo speech del AD, sono le quattro mura della camera a Montecatini Terme a tenerlo impegnato. Ma in fondo se guardate bene, il vostro prestigiatore è solo un’illusionista mediocre, perciò lasciate stare, non c’è magia e state certe che non vale la pena nemmeno scoprire il trucco.
Livello di pericolosità: Alto
Tempi di ripresa: da 1 a 6 mesi

Merdoso2: Otello. Se il vostro è uno di quegli uomini che considera un pezzo di coscia all’aria una dichiarazione di libertinaggio e l’abbraccio con l’amico fraterno una prova di professionismo da via Salaria non regredite al mito del maschio latino, non confondete il bisogno di un uomo di assicurarsi una testa leggera e sgombera da pesanti ornamenti con l’amore vero. Il dubbio è per i peccatori, per chi conosce la trasgressione da vicino ed è rimasto schiacciato da quel piacere deviato, è per chi non ha fiducia nel proprio di sentimento ed ha ceduto alle lusinghe dell’evasione. Il vostro Otello non è vittima di Iago ma solo della squallida paura di tenere la mano ad un proprio simile. E allora correte via, scappate libere da chi vi vuole ferme e spaventate, ferme e colpevoli, solo perché forse se iniziate a muovervi il rischio è quello di non saper tenere il passo.
Livello di pericolosità: Medio
Tempi di ripresa: da 1 a 2 mesi

Merdoso3: il portoghese. Avete presente Vasco da Gama e tutta quella stirpe di esploratori gagliardi dei secoli d’oro ? Ecco loro, mi dispiace rivelarvelo, ma non si sono estinti con il colonialismo. Loro sopravvivono al modernismo e alla globalizzazione, e sono perennemente a caccia di nuove terre da conquistare. Queste lande possono essere Martine e Giulie o più esotiche Maya o Sharon, dipende dai gusti e, inutile negarlo, dalla contingenza e disponibilità di attracco dei diversi porti. Ora, mie care, uno spirito avventuriero non si doma, non si placa nella seppur meravigliosa quotidianità domestica, un esploratore è per sempre ecco perché questi entusiasti estimatori del nomadismo dei sentimenti dovete lasciarli liberi, perché se per le Americhe non troveranno più il tempo o l’ingegno state certe che a una gita fuori porta non rinunceranno, mai.
Livello di pericolosità: Basso
Tempi di ripresa: da 1 a 4 settimane


Merdoso4: lo stronzo innamorato. Già perché poi c’è quel merdoso che vi ama davvero, per cui siete il centro del suo universo invertito in cui non sa ricordare il vostro compleanno, in cui non sa mai essere lì a tenere la vostra mano ma è pronto a dividere la vita con voi, per sempre. Ecco, lui, lui è davvero pericoloso, con lui dovete tirare fuori una cintura nera terzo dan se volete sopravvivere. Essere amate non basta, gratificare il vostro ego con un legame malato e straziante è da codarde. Perciò lasciate andare il vostro posto sicuro di lacrime, sangue e venerazioni ipocrite e tornate a riscoprirvi imperfette, sbagliate, ma donne vere e non un oggetto di fede. L’amore è un rischio non un tempio.  
Livello di pericolosità: Altissimo
Tempi di ripresa: da 1 anno a mai più.








Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget
 
© 2012. Design by Main-Blogger - Blogger Template and Blogging Stuff